15 aprile 2012

A tutti quelli che mi seguono.

Ciao, sono io. Sono tornata e sono trasferita in un mondo tutto nuovo.
qui : www.rossacomeilsanguecheporticonte.blogspot.com
la vita, cambia. La mia si è scaravoltata.

19 maggio 2011

Maggio sotto la pelle.

Mano per mano, ho paura di amare ancora.
con lui che sgasa in motorino da queste parti, due vite diverse e distanti, ma il dolore è ancora incrostato nelle pareti del mio cuore, e le sue ferite si riaprono spesso.
Eppure io fino a un mese fa ero felice, tantissimo.

Un bacio.

28 ottobre 2010

Ma cosa vi devo dire?

Sono senza parole, argomenti niente. Eppure le cose succedono, le vedo andare avanti, ma sono così irrilevanti. Molte cose si aggirano nei miei pensieri, molta stanchezza invade il mio corpo, ultimamente più del solito. Ma che vi devo dire? Che ho sempre la nausea, che sono arrabbiata e nervosa, e che non ho nemmeno il tempo di provarci con un ragazzo. Non me lo metto in testa che ora ''sto'' con lui, ma proprio mi vola via leggero, come se nulla fosse, ma cosa vi devo dire? Ho la testa occupata e il cuore sta combattendo per non aprirsi più, ho una rivolta dentro i miei organi, e io non posso controllare niente, che non siano le mani, la bocca e i piedi.

Ricordatevi che per essere felici si ha bisogno di qualcosa, per avere la gioia basta avere l'infanzia.
Questo mi ha sempre colpita.
Notte. 

25 ottobre 2010

Superficialità, egoismo, falsità, insensibilità e tanto altro.

Direi di aver fatto tombola, e quando si dice che l'apparenza inganna. 

Ho discusso con una mia compagna di classe, che ho sempre ritenuto d'oro e cosa è successo, mi ha scritto questo : 
(...) 
Bè, allora sarà che sono egoista, terrona e che non capisca un cazzo sui tuoi amici ma io sono così.
Quello che non mi piace di te non è solo il fumo, penso che tu nel tuo essere abbia un carattere maleducato verso alcune persone e piuttosto menefreghista, sarò superficiale ok, ma non ho tempo da perdere; le persone passano, non restano mai. Le persone sono autobus, non si fermano mai, corrono. Perciò non credo sia ''intelligente'' perdere tempo su persone che con poco scompariranno.
(...)
Io ho i miei 'progetti' per il futuro, e fumare, rubare al mercato, messaggiare a scuola, rispondere male ai prof e quantaltro non rientra nei miei piani. Mi dispiace dirtelo così duramente, ma sono corretta con te e non ti dico bugie.
Tu non sei un Mostro, no. Dico solo che non sei il mio modello di amica.

Mi ha scossa molto.
Adesso ho voglia di ucciderla, perchè è davvero una stupida.
Ha paura di me, e di quello che faccio, cioè quello elencato qui sopra. Solamente questo, ha il terrore che le possa sbilanciare la sua vita perfetta da vittima. Un mio amico le ha dato della superficiale, e lei ha reso questa ''offesa'' un complimento replicando che tutti sono superficiali. 
Ma lei è peggio di tutto questo, e spiega proprio che l'angelo si trasforma in diavolo.
Nersovo scrollati,
vado a nanna.
 Grande bob.

24 ottobre 2010

C'è sempre una prima volta.

Volevo divertirmi, godermi i miei tredici anni e fare un paio di cazzate. La mia mente malinconica aveva bisogno di svago, nulla di più. Non mi pento, di niente, lo vedo come una cosa quasi normale. Si ho bevuto, e nemmeno tanto, e allora? Traballavo, ridevo, ero ridicola. Mi chiunque lo sarebbe stato insomma. Poi che dire, ho aperto il frigo e via, ma non ho nemmeno goduto quello che avevo preso. Perché ci sono stati troppi rimproveri, e ora, ho i sensi di colpa, mi sento una folle, una ragazza sporca, una viscida puttana. E qui che sbaglio, dovrei essere più forte, ma ogni vostra parola, mi sento debole, mi ferite ma ancora non riuscite a capirlo?
Ogni cosa mi ferisce, ogni vostro sguardo e ogni vostra parola cattiva mi logora. Sì lo fate per il mio bene, ma non è così. Mi fate soffrire ancora di più, nessuno si è mai preoccupato di questo. Per voi è facile dire che sono fuori di testa, giudicarmi, urlarmi in faccia e cose varie. Ma appena mi apro non riuscite a prendermi seriamente.
Mi hanno detto che sono una brava ragazza, ma forse una vera brava ragazza non avrebbe fatto così. 
Sapete, oltre tutto ho visto lui, mente dondolavo con i miei stivali col tacco e il mio balies in mano, chissà cosa ha pensato. Mi ha sempre detto che avrebbe voluto vedermi con un po' di tacco, ma forse non importa, forse c'era la sua tipa, forse non mi ha nemmeno guardata, ma la situazione ha iniziato a precipitare dopo quello scambio di sguardi, ma forse non è stato davvero quello. 
Stasera tutto sommato c'è stato un consiglio, ve lo lascio.
- Con i ragazzi non bisogna mai aprirsi, mai confessare tutto, bisogna essere discrete, voi donne sapete girarci come vi pare, perché farci montare la testa? Ci fate solamente diventare più stronzi, perché ci colate dalle spalle come cera fusa, dovete farvi valere, e rispettare, voi donne siete tutto.

Direi ottime parole.
Buonanotte, a  voi e ai vostri fantasmi.

22 ottobre 2010

Elusivo.

Il mio amore ideale, dovrebbe essere instabile, ma comunque fedele.
Vorrei che tutto si sviluppasse a brevi tratti, come in un libro ben scritto; senza saltare da un argomento all'altro, soffermandosi ad ogni più futile dettaglio. Per avere il tempo di conoscersi e ad amarsi senza nemmeno un gesto impuro.
Continuerò a sognare.

20 ottobre 2010

Auguri a me.























Tanta cenere scura, copre il candido bianco ancora nascosto.
Incontabili segni, dolori, e ferite sovrastano su quella ombra davvero giovane.
Impuro ormai, tutto quello che le si tinge addosso, ma senza pensiero continua a esser chiaro il respiro.
Un battito accellera, tremolio insicuro, paura. Pezzi di vita, cosparsi per quel breve sentiero, così buio.
Silenzio doloroso, accompagna le note di quei momenti di felicità..così poco duraturi.
Lo sguardo si abbassa, mentre il cuore piange, maledicendo la luce.

(20 10 1997)


18 ottobre 2010

Eccomi tornata.

Un po' il mio cuore è uno scudo ed io non lo lascerò giù
Un po' ho talmente paura di fallire da non provare nemmeno
Allora come posso dire di essere viva?
Ho scritto fino ad adesso su l'altro blog. Ma poi rileggendo questo mi sono commossa. E' il diario di una vita, e vorrei continuare a tenerne conto. Ragazze mie, non siete mai state molto presenti, forse leggevate e non trovavate le parole giuste da lasciarmi, ma io vi ho sempre lette da fantasma, e davvero sono molto legata ai vostri blog. Forse la mia vita non è fatta di apparenza, ma di sostanza, e questo mi rende diversa da voi, ma non importa.
Il ragazzo fantasma mi ha lasciato entrare nel suo passato, e questa cosa mi ha molto commossa. Siamo identici, in certi versi, e siamo oppressi dalla stessa cosa. Come due numeri primi, siamo vicini ma non abbastanza per toccarci. Lui è stato ed è molto nella mia vita, ma forse dovrei iniziare a chiudere i nostri (più che altro i miei ricordi con lui) in un cassetto per andare avanti. Perchè si è vero, con lui è stato tutto bellissimo, ma io davvero non posso continuare così. Ora lo voglio solo come tenero amico, non voglio che scompaia ancora.
Un abbraccio forte.
Ci riusciremo.

14 agosto 2010

Mi sono trasferita qui, se vi interessa. .-.

11 agosto 2010

Abbaglio..

Ho sempre fatto fatica a credere a noi, sempre continuamente. Ogni tuo gesto, invece che rassicurarmi mi insospettiva. Ogni tua bugia, sempre. Pretendevi la mia anima o cosa? I tuoi baci erano così dolci.. la tua voce pure. Non voglio essere cattiva, ma mi sembrava di passare le mie ore con due persone diverse. Ora il tuo lato cattivo mi fa dondolare nei dubbi..
Cosa devo farmene di noi ?

10 agosto 2010

Bolla di innocente gioia.

Mi sono sentita terribilmente vuota. La voglia di riempirmi di qualche passione, mi stava uccidendo in quel momento. Non ho niente fondamentale nella mia vita, e parlo sia di persone che di cose materiali. Questo fa' male sapete? Senza obbiettivi, vivo la vita trascinandomi per la strada, nella speranza che qualcosa arrivi. Già da troppo tempo ormai. Sono un ingrata, non ho mai apprezzato abbastanza qualsiasi cosa che mi sia capitata tra le mani. Ho sempre cercato di accontentarmi, per far felice la gente, ma sapevo che dentro di me, non mi bastava. Non mi basta la dolce illusione d'amore, che spesso mi ha sfiorato il cuore, non mi basta un amicizia vicino, ho rinunciato a questo da un paio di anni. Come se la mia età fosse grande, ma posso giurare, che ho vissuto ogni singolo attimo, e se riguardo indietro, mi sembra di vedere un altra ragazza. Forse, ho iniziato a essere grandicella, solo ora. Ma ancora i miei sbagli non li capisco, mi sento un idiota, sempre, per le sciocchezze che dico, per le poche cose che so, non so nulla. Atrocemente interessante come un puzzle di sei pezzi senza disegno. Ancora da riempire?

- Mi chiedo spesso, come mai ho sempre rinunciato al mio tempo, per i miei amici.
E' così che ho perso la voglia di avere qualche passione. Ero l'unica che c'era sempre, ma così invisibile. Talmente tanto, che iniziava a piacermi essere nessuno, ma questo era una mia convinzione. Amo la solutidine, amo stare da sola, ma amo ancora di più stare con i miei amici. Aiuta a far uscire il mio lato migliore, quello sorridente, quello solare, quello che avevo da piccina, chiusa ancora in quella bolla di innocente gioia.

07 agosto 2010

Mi hai illusa di voler tornare, ora devi per forza uccidermi.

Vorrei sottolineare, quanto io sia ingenua, quanto io riesca a farmi pestare da te. Ma solo da te.
Mi provoca vergogna tutta questa sottomissione. Sono buona, non riesco ad essere cattiva, non riesco ad essere orgogliosa, non riesco a sopprimere i tuoi pensieri dal mio cervello. Tutto cioè mi rende un idiota infantile. Ma io volevo vederti, sono due mesi che aspettavo.. e tu, mi dici cose che non stanno in piedi, e poi mi lasci lì, in lacrime, con il cellulare fermo, senza vibrazione e niente.
Illusa, idiota, illusa, idiota, illusa, idiota, hai anche in culo grosso.
Sono talmente triste, che l'ho appena detto a mia madre, presa da un magone terribile.
Da dove è uscita non lo so, so solo che il mio ragazzo mi mollerà domani quando gli spiegherò il tutto. Anche perchè il suo migliore amico era presente mentre mi disperavo.. quindi si sarà insospettito. Ma perchè non posso attivare un timer, spegnermi per un paio di anni, risvegliarmi con il suo numero in mano, e chiamarlo urlando, adesso che ho 15/16 anni ti vuoi mettere con me?
Devo distrarmi un po'.. ascolto i system in balcone con le cuffie. E nel frattempo vi annuncio la mia novità migliore, mi sono fatta il secondo buco nella cartilagine, da sola. Adesso sono uno da un orecchio altezza normale, e uno più basso nel altro. Poi il secondo nel lobo sinistro, sempre da sola. Aspetto che passi un po' di tempo e provvedo con il terzo nel lobo sinistro.
La novità media, è che mia madre dice che per me il fumo è veleno dato che sono asmatica. Ma in questo momento fumerei come un cammello, che mi frega. ...
Sto delilando.
Fuck...
Buonanotte.
P.s Per caso, conoscete qualche blog non pro ana, o che nn centri con il perdere di peso ?
No perchè io non riesco trovarli >.<

05 agosto 2010

Problemi risolti.

Era semplice, bastava cambiare il link del blog.
Non volevo cancellarlo, volevo solamente uno spazio mio, e vostro, senza amici e amiche.
Uno spazio dove raccontare tranquillamente la mia vita.
Ci sono riuscita. Dell'altro, vedrò che farmene..

02 agosto 2010

Basta basta basta cazzo.

Sono qui, con una mia amica stravaccata sul mio divano.
Abbiamo passato quasi un ora a leggere i vecchi post di questo blog.
Parlavano tutti di Ello o R. chiamatelo come vi pare. Ho riletto delle mie emozioni, e ho capito che quello che provavo per lui era proprio un sentimento forte. Ero disperata, depressa, e scrivevo, ricordando ogni piccolo dettaglio di quelle due settimane. Sono ossessionata, sono proprio una sfigata. Continuo a non ficcarmi nel cervello che anche lui è andato. Sì ovviamente mi piace ricordare e rileggere tutto quello che lo riguardava, sopratutto questo : clicca.
Stasera è passato con il suo scooter e io sono rimasta immobile in mezzo alla strada. L'altra notte ho sognato di entrare cisti in casa sua ed essere scoperta da sua madre.
Ma che mi prende? Non è normale che dopo due mesi, sia ancora così fissata. Non so più che fare, il mio ragazzo lo sa, è gelosissimo. E come se non bastasse, odio questo blog, e ne ho aperto un inutile così. Secondo blog clicca. Lo odio perchè parlo sempre delle stesse cose, i vuoti, gli amici lontani, R. , che palle. E poi fa schifo. Adesso vedrò di sistemarlo.
Un bacio,
Josh.

01 agosto 2010

Ti ricordi quei tuoi ''amici'' ? Sì quelli che ti lasciavano sola a affogare nelle lacrime.
Quelli che mai un ''ciao'' un ''come stai?''. Ci hai messo anni per capire che non volevi quello, ma comunque, non avevi altro. E quando hai deciso di finirla con tutti quei sorrisi falsi, ti ricordi com'eri sola ? E stavi bene cazzo, sapevi che uscendo di casa, non avresti dovuto scaldare una panchina ascoltando discorsi idioti di un paio di sfigati più grandi di te. Che tu urlavano in continuazione, bambina bambina. Ovvio che ti ricordi. Pensa ad adesso, e sentiti viva, ora che per tutti sei quella che sei, la Gioia, e non una bambina.

- Posso dirlo ? Sono veramente f.. sto bene. Dopo tanti anni sì, mi sento meglio, mi sento piena e pronta a spaccare il mondo.
Ho addirittura accettato il fatto, di non essere saporita, sono abbastanza insipida, ma a me non importa.
Ragazze, non so se voi leggiate, ma io questo blog lo odio.

30 luglio 2010

Sogno..

Non so se centri il fatto che ieri sera ho scritto di lui, ma stanotte si è impadronito di me.
E' entrato con sgarbo nei miei sogni più tranquilli, credendo di essere il pezzo forte della commedia.
Come ha sempre fatto, con quel atteggiamento suo, che a parole si distoglieva dal ruolo di protagonista, ma a sguardi e gesti faceva chiaramente capire che voleva ottenere quella parte.
Mi vede, mi saluta, e mi bacia, lentamente, stringendomi leggermente i fianchi.
Poi si allontana.
Ritorna, mi parla, e di nuovo, un bacio, ma più breve, e più nascosto.
Ho sempre saputo che si vergognava di me.
E così, pure in un sogno, è riuscito a farmi ricordare per l'ennesima volta, di lui.
Sinceramente, avrei preferito non risvegliarmi questa volta. Sarei rimasta lì ancora, per il resto della mia vita, o almeno per qualche altra ora. Ma è ovvio, che certe cose posso succedere solo nei sogni.

29 luglio 2010

Legami..

Sono rimasta sola, qui stanotte.
Il cuore mi batte, scoppia. Ho provato troppe emozioni, sento così piena.
Una cosa davvero piacevole, che mi sazia, eccolo qui il mio vizio.
Ho una missione adesso :
Esserci per una mia amica.
Lei ha bisogno di qualcuno che la capisca, e dice che io sono l'unica.
Era tempo che aspettavo questo momento. Lei per me è sempre stata speciale, nonostante la nostra continua lontananza, la vedevo star bene, e non volevo intromettermi nella sua vita.
Ultimamente osservavo i suoi gesti, e stanotte sono riuscita a sentirla, e a farmi sentire.
Ora, affoga nelle amicizie fatte, sta male, soffre e ha commesso un paio di sbagli.
Anche con me, devo ammetterlo, ma io non sono una che discrimina.
Quindi, anche se per me è difficile, voglio starle accanto. (faccio fatica a mantener saldi i legami)
A tutti i costi.
E sapete, egoismo secondo me è una bella carta.

E con questo, buonanotte.
Renderò pubblica la mia e-mail : emOarginata@live.it

28 luglio 2010

Passato..nero.


Sapete c'è differenza da me che sembro più grande, a una ragazza più grande.
Vivo tranquillamente le miei amicizie con persone con almeno tre anni in più dei miei, vivo amori pesanti, e inizio a prendere vizi stupidi. Io sono l'esempio in persona di quanto siano stupide queste nuove generazioni, e continuo a soffrirne. Se sono così non è per motivi stupidi, non ho deciso nulla, ho solamente iniziato a farmi cullare da persone grandi, e se non avessi i miei amici, sarei sola e triste come qualche mese fa', prima della mia scelta di chiudere con tutti, di farmi una nuova vita qui, e davvero non me ne sono ancora pentita. Il mio primo bacio, lo diedi nel estate della quinta elementare, dove a settembre avrei iniziato la prima media. Il ragazzo aveva più di quattro anni in più di me. E lì mi si spezzo il cuore per la prima volta, lì iniziavo a sentire un odore diverso nel fruscio dei miei capelli, odore di cambiamento, e passavo notti insonni e cercare di capire, che cosa sarebbe potuto succedere, cercando soluzioni anticipate a problemi che ancora non avevo, tipo il fumo. Pensavo al mio viso, così dolce e innocente, che ingannava tutti sulla mia vera età. Ero presa da tutto, avevo paura di crescere, di diventare un adolescente irresponsabile. Non avevo nemmeno più la sella, ero rimasta sola, con quel bastardo che continuava a cercarmi per dei baci all'aria. Da questa brutta esperienza sono nata io, e non sono passati molti anni dal quel giorno di luglio. La mia debolezza mi ha portata a fare altri errori come quel bacio, subito innocenti ma che segnano l'anima. Ho passato anch'io un momento nero, la prima media mi e l'estate collegata ad essa, che non ricordo. Ero una dark del cazzo, praticavo sulle mie gambe e braccia autolesionismo, scrivevo storie di morti, racconti di bimbi scomparsi, infanzie rubate, fogli ormai bruciati, ma ancora fissi nella mia mente. Voi starete pensando, ma che sciocchezza. Eppure era così. Forse non ero così depressa, forse no, ma ero pessimista, forse non mi tagliavo con dei tagli profondi, ma mi odiavo. Odiavo il trucco che iniziava a colare dalle lacrime, e odiavo quei testi orripilanti. Odiavo tutto di me, perchè non ero io quella nube nera.
Superai la cosa, allentandomi da amicizie basate sul nulla, amicizie che a me, non bastavano, e così la mia mentre tornò sobria, e piena di desidero di vita. In ogni tratto, succedevano sempre più cose, ragazzi che passavano e tornavano, cotte. Il resto, a parte quei 9 mesi con quel ragazzo, è neutro. Ho qualcosa dentro di me, che mi tiro avanti da tanto ormai, lo specchio a volte mi sorride, a volte mi guarda con dolore, perchè continuo a farmi del male, ripensando a quei anni. Mi vergogno di quello che sono stata, e se devo essere sincera, ho fatto fatica a lasciarvi queste parole. Non fate caso alle cose dette male, era un mio pensiero, qualcosa che prima o poi vi avrei detto, perchè fa parte di me.
Forse questo post sarà dimenticato come tutti gli altri, forse nemmeno letto, ma io mi sento meglio, ora, dopo averlo scritto.
Un bacione.
Josh.



Ps: Yuki non esageriamo, mica mi devo imparare tutto l'inglese ! :)

how tall are you?


Stasera è stata una serata strana, sopratutto nel ultima mezzora.
Nel mio condominio, c'è una signora polacca che vive a in italia da diciotto anni.
Stasera mentre dei miei amici discutevano, si è affacciata a vedere chi era, poi mentre scendevo da casa dopo essere corsa letteralmente in bagno, ci ha chiesto se potevamo portare a prendere una birra i suoi nipoti diciottenni. Ci ha lanciato 25€ e siamo andati a vedere se c'era qualcosa aperto.
Era tutto chiuso, così con tanto impegno abbiamo rimandato a domani sera.
Loro è da poco che sono in italia, e parlano solo inglese, ho proprio culo io che in inglese non ci capisco una mazza. Beh sono curiosa di conoscerli, così tanto per.
Mi hanno chiesto quanti ho, ho fatto finta di non capire e sono entrata in casa.
E' stato divertente, bisogna però che inizi a studiarmi le cose base per domani, non sono nemmeno riuscita a chiedergli quanto erano alti. ;)
Ah vorrei aggiungere, ho scoperto da poco i miei amati SOAD (sistem of a down) mi fanno impazzire, ho messo due o tre canzoni lì in quel canchero di mixpod.
Buonanotte ragazze, sempre con più dispiacere noto che non mi scrivete mai.
Josh.

27 luglio 2010

A volte il cuore ti si scalda..

GrassettoUn infanzia legata a te, risate innocenti davanti a tuoi occhi.
Quando smisi di essere una bambina gioiosa, te non c'eri, stavi andando via, eppure eri ancora presente nei miei ricordi, nelle mie lacrime malinconiche, ma anche nei miei sorrisi.
Te sei qui con me anche adesso, perchè te non mi hai mai lasciata, sono stata io a perdermi in questo mondo tanto grande. Spesso mi chiedo che sarebbe successo se non ti fossi mai allontanato... Non immagino quanto tu abbia sofferto, e fidati nessuno è rimasto impassibile davanti a quello che è successo, tutti dentro di noi stavamo male, sopratutto io che continuavo a chiedermi e richiedermi cosa avrei dovuto fare, dimenticarti era veramente difficile.
Cercavo di ricordarmi tutto, almeno quello che potevo, perchè erano veramente bellissimi come ricordi, e ancora adesso, l'immagine è un po' sfuocata, ma tutte le volte che ti penso ricordo il parchetto di casa tua. Mi vergognerei da morire a dirti tutte queste cose, non riuscirei mai ad avvicinarmi come una volta, non è colpa tua, è colpa mia. Non so bene il motivo, ma supererò anche questo ostacolo. Perché anch'io voglio quello che vuoi tu.
Chissà a cosa pensavi mentre mi guardavi, la vergogna dentro di me era al massimo, vorrei essere diversa, vorrei darti delle soddisfazioni, invece sono così.
Che quasi getto la mia vita.
Spero che mi perdonerai.. ma tu zio non hai nessuna colpa, e te lo ripeto, non mi sono dimenticata quasi niente.
Ti voglio bene, e mi manchi tantissimo.
Gioia.